preloader

Mission

campagnaLA NATURA COME OPZIONE

Decidersi per una alimentazione rigorosamente biologica non significa solo optare per una decisione personale che possa in qualche modo difendere il nostro organismo dagli assalti della manipolazione, ma anche risolversi per una visione ecologica più globale.

Non è ormai un mistero per nessuno che il nostro attuale modo di vita non è più sostenibile, né in termini economici, né in termini ecologici.

In ogni caso tale presa di coscienza, importante in un momento come questo in cui si parla di “crisi epocale”, può partire proprio dalle nostre scelte personali, dal cambiamento del nostro stile di vita.

Con questo sito intendiamo fornire alcuni prodotti – in prevalenza alimenti biologici o bio alimenti – che comincino a ricollegarci con quell’humus da cui eravamo stati negli ultimi anni bruscamente allontanati: parlo del rapporto con la natura, nella sua espressione basilare, quella del cibo e della corretta alimentazione.

Gli alimenti biologici presenti su queste pagine non sono di provenienza problematica (come talvolta avviene quando si va in un qualsiasi supermarket), ma hanno una loro tracciabilità conclamata.

Le etichette permettono di sapere da dove vengono e in che modo hanno viaggiato. Ma non solo: ci danno il modo di essere informati anche sulla natura della loro produzione, il ché significa su come sono stati coltivati, lavorati ed eseguiti.

La certificazione che appare nell’etichetta di ogni singolo prodotto, frutto di accurati controlli all’origine, ci consente di valutare la possibilità di acquisto con una maggiore serenità e consapevolezza.

Dai campi italiani parte questa rivoluzione dal basso che fin dal 1978 è stata portata avanti dall’azienda che è anche la nostra principale fornitrice e cioè la cooperativa “Campo” di Fossombrone di Pesaro.

Un centro operoso da cui dipartono e a cui fanno capo una serie di filiere rigorosamente bio, ubicate tutte quante nelle campagne del nostro paese.

Così tra i nostri prodotti annoveriamo vino dalla Calabria, sale dalla Sicilia, legumi dal Piemonte e aceto dal Trentino Alto Adige.

In questa cooperazione sta quel seme che vogliamo portare avanti tutti insieme e – ci auguriamo – con il maggior numero dei nostri amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *